mer11262014

Back News >> Napoli: aperto il nuovo consolato ucraino

Napoli: aperto il nuovo consolato ucraino

La nuova sede consolare copre tutto il Sud Italia evitando a numerosi ucraini il viaggio fino a Roma 

Napoli – 26 maggio 2008 – È stato aperto un nuovo consolato generale dell’Ucraina con sede a Napoli, presso il Centro direzionale di via G. Porzio, 4 (isola B-3). Si aggiunge all’Ambasciata di Roma e al consolato di Milano, rispondendo a una forte necessità, spesso manifestata dai numerosi cittadini ucraini residenti nel Meridione.

Il nuovo consolato copre infatti tutta la zona della Campania, della Calabria, della Puglia e della Basilicata, risparmiando dunque il viaggio fino alla Capitale a chi ha bisogno di rivolgersi alle autorità ucraine. E riducendo le lunghissime liste d’attesa che ogni giorno si formano presso l’Ambasciata di Roma.

Si occupa di tutti i servizi consolari e ha un ruolo anche culturale e sociale, nell’intenzione di diventare un punto di riferimento per la comunità. “Oltre a promuovere la cultura ucraina in Italia – spiegano dal consolato – intendiamo anche contribuire a far partecipare i cittadini ucraini residenti in Italia alla vita sociale e politica sia della loro Patria, che del paese che li accoglie”.

“L’apertura del consolato generale dell’Ucraina nella capitale del Sud Italia – spiega il nuovo console Volodimir Caracentsev - è un evento di importanza anche politica. Si inserisce tra le iniziative sociali del Presidente ucraino Victor Yushcenko, relative ai programmi strategici del Governo in direzione dell’integrazione nell’Unione europea e fa parte delle priorità del Ministero degli Esteri dell’Ucraina”.

“Il consolato – aggiunge Caracentsev - intende non solo proteggere i diritti dei cittadini ucraini e la dignità umana che ovviamente ha precedenza assoluta, ma anche soddisfare la necessità di sentirsi vicini alla Patria e alla propria cultura”.

Il consolato è aperto al pubblico lunedì, martedì, giovedì e venerdì, dalle ore 9.15 alle 13 e lunedì e giovedì anche di pomeriggio, dalle 15 alle 17. Contatti: tel. 081. 787 54 33; fax. 081.605 78 67.

Antonia Ilinova