Cittadinanza. Lega Nord e Forza Italia non riescono a bloccare la riforma - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia

Attualità

Bocciate le questioni pregiudiziali presentate da Roberto Calderoli e Lucio Malan in Commissione, che avrebbero impedito la discussione in Senato. Si riprende la prossima settimana

 

 

Roma – 2 dicembre 2015 - Primo ostacolo superato, in Senato, per la riforma della cittadinanza per i figli degli immigrati. Non è riuscito il tentativo di Lega Nord e Forza Italia di mandarla immediatamente in soffitta.

Il senatore leghista Roberto Calderoli e il collega azzurro Lucio Malan avevano presentato due distinte questioni pregiudiziali in commissione Affari Costituzionali contro il disegno di legge già approvato alla Camera. In pratica, chiedevano di non iniziare nemmeno la discussione.

Le loro ragioni evidentemente non hanno convinto la maggioranza dei componenti della Commissione. Oggi pomeriggio, dopo essere state illustrate e discusse, le questioni pregiudiziali sono state bocciate. Si potrà ora entrare nel merito della discussione e la battaglia verrà combattuta a colpi di emendamenti. 

Intanto, però, il calendario della Commissione di questa settimana non darà altro spazio alla riforma della cittadinanza. Domani ci sono altri disegni di legge all’ordine del giorno, venerdì non c’è seduta. Se ne riparla la settimana prossima. 

Elvio Pasca