Filippini in Italia: "Attenzione ai Nulla Osta contraffatti per lavoro stagionale". L’avviso di POLO Milano - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia

Attualità
Milano, 28 marzo 2017 - E' arrivato un'avviso importante dal Dipartimento del lavoro (Philippine Overseas Labor Office o POLO) – Milano, sotto la guida del Consolato Generale di Milano per i cittadini filippini in Italia riguardante l’attuale Decreto flussi 2017. Sono tanti quelli che sognano di lavorare in Italia (anche con un contratto di lavoro stagionale) e tanti anche quelli che utilizzano il decreto per mettere in tasca soldi imbrogliando.

Sono stati segnalati ultimamente diversi casi nel Nord Italia di falsi o contraffatti nulla osta in cambio di un pagamento sostanzioso, con la promessa che qualche conoscente in Prefettura, Comune o addirittura Ambasciata italiana possa agevolare la richiesta.

Inoltre, il Dipartimento del Lavoro (Philippine Overseas Labor Office POLO) o ufficio lavoro presso il Consulato a Milano ricorda ai filippini che "il decreto approvato a Febbraio 2017 permette ai lavoratori stagionali non comunitari di entrare e lavorare regolarmente in Italia e permette anche la conversione di alcuni tipi di permessi per coloro che sono già in Italia. Questo non è un decreto flussi per lavoro domestico nè per badanti e babysitter. Non è neanche una regolarizzazione ed emersione che regolarizza la presenza dei senza permessi per rimanere e lavorare in Italia regolarmente".

"Il Nulla Osta al Lavoro Subordinato Stagionale rilasciato dallo Sportello Unico per l’Immigrazione, nel caso in cui la richiesta al Ministero dell’Interno venga accettata – continua l’avviso - sarà allegato insieme ai documenti da presentare all’ufficio lavoro presso Consolato (o Ambasciata) in Italia dal datore di lavoro o dal suo delegato e sarà verificato prima di essere portato al POEA nelle Filippine, prima della partenza del lavoratore stagionale per iniziare a lavorare in Italia". Per ulteriori chiarimenti – conclude l’avviso – è possibile conttatare l’ufficio del lavoro presso il Consolato.