"Basta immigrazione dai Paesi musulmani", Giorgia Meloni alle Crociate - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia

Attualità

 

La leader di Fratelli d’Italia propone di discriminare in base alla fede. “Porte chiuse finché non avranno risolto i problemi di integralismo”

 

La leader di Fratelli d’Italia propone di discriminare in base alla fede. “Porte chiuse finché non avranno risolto i problemi di integralismo”
 
Roma – 29 giugno 2015 - “In tutto il mondo molti musulmani interpretano in modo violento la loro religione, e questa visione è condivisa anche da molti che vivono in occidente. Questa la cruda realtà dei fatti. Cosa possiamo fare?” chiedeva sabato scorso Giorgia Meloni sulla sua pagina Facebook, dopo gli attentati in Tunisia, Francia, Somalia e Kuwait 
 
La presidente di Fratelli d’Italia aveva già la risposta:  discriminare, letteralmente “distinguere”, in base alla religione.
 
“Intanto  evitiamo di importare in Italia un problema che oggi non abbiamo: basta immigrazione e soprattutto basta immigrazione da paesi musulmani. La (piccola) quota di immigrati che reputiamo necessaria prendiamola da quei popoli che hanno dimostrato di non essere violenti”. 
 
“Non mi risulta – argomenta Meloni - ci siano casi di terrorismo collegato ai filippini, agli argentini, agli ucraini, ai peruviani. Bene, premiamo allora chi ha dimostrato di integrarsi con maggiore facilità. Per gli altri, porte chiuse finché non avranno risolto i problemi di integralismo e violenza interni alla loro cultura”.