Prot. n. 200500345 – 15100/397                                                Roma, 11.01.2005            

 

 

-AI SIGG. PREFETTI                                                                                              LORO SEDI

 

-AL SIG. COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA DI TRENTO

 

-AL SIG.COMMISSARIO DEL GOVERNO PER LA PROVINCIA DI BOLZANO

 

-AL SIG.PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE DELLA

VALLE D’AOSTA                                                                                                   AOSTA          

 

e, per conoscenza:

 

-AL GABINETTO DEL SIG.MINISTRO                                                                SEDE

 

-AL DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI

UFFICIO COORDINAMENTO E AFFARI GENERALI                          SEDE

 

- ALLA DIREZIONE CENTRALE PER LA

DOCUMENTAZIONE E LA STATISTICA                                                          SEDE

 

- AL SERVIZIO DOCUMENTAZIONE                                                                  SEDE

 

-AL MINISTERO DEGLI AFFARI ESTERI

Direzione Generale Italiani all’Estero e Politiche Migratorie – Uff.V ROMA

 

-AL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Ufficio Legislativo                                                                                                 ROMA

 

-ALL’ANCI

Via dei Prefetti, 46                                                                                   00186 ROMA

 

-ALL’ANUSCA

Via dei Mille, 35E/F                                   40024 CASTEL S.PIETRO TERME(BO)

 

- ALLA DeA – Demografici Associati

c/o Amministrazione Comunale

V.le Comaschi n. 1160                                                   56021 CASCINA (PI)

CIRCOLARE N. 1

 

OGGETTO: Esatta indicazione del luogo di nascita e della cittadinanza sui documenti di un cittadino nato in Kosovo.

 

 

            Con nota n. 303/485012 dell’8 novembre 2004 il Ministero degli Affari Esteri ha comunicato che tutti coloro i quali provengano dalla regione del Kosovo possono essere considerati in possesso della cittadinanza serbo-montenegrina, a prescindere dal possesso o meno del relativo passaporto.

            In effetti, a decorrere dal 2003, la zona in argomento risulta compresa nell’estensione territoriale della Repubblica di Serbia e Montenegro.

Di quanto sopra riferito, si prega di voler informare con cortese sollecitudine i Sigg.ri Sindaci.

 

 

 

 

                                                                       IL DIRETTORE CENTRALE

                                                                                               (Ciclosi)