Oggi è lun dic 10, 2018 5:13 pm

Tutti gli orari sono UTC




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 81 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: gio lug 03, 2008 10:05 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun giu 30, 2008 9:49 pm
Messaggi: 26
Località: scalea
Fra tutti i paesi dei quali non sappiamo quasi nulla, ce n'è uno rispetto al quale la nostra ignoranza si fa particolarmente stridente, essendo il popolo di tale paese fortemente imparentato con noi. Sto parlando della Romania, il cui stesso nome fa evidente riferimento alla nostra capitale italiana.
Il popolo rumeno è un popolo latino assai affine al nostro. Le sue tradizioni, usi e costumi, la sua lingua, i suoi valori morali, hanno molto in comune con i nostri, e così i suoi caratteri somatici e tutte le categorie espressive che costituiscono la cosiddetta comunicazione non verbale.
Il popolo rumeno è un popolo latino come e più del nostro. Quando l'Impero Romano crollò in Italia, esso continuò ancora a lungo nel paese che oggi è la Romania.
Sorprende, a qualsiasi italiano abbia avuto l'occasione di visitare la Romania, la grandissima affezione e stima che i rumeni nutrono verso il popolo, la storia e la cultura italiani. Essi ci considerano con affetto i loro cugini ricchi, ed è penoso a tale riguardo la consapevolezza che la quasi totalità degli italiani non solo non pensi al popolo rumeno come ai nostri cugini poveri, ma addirittura non consideri il popolo rumeno come un popolo imparentato col nostro. Spesso, l'italiano medio, non si è mai posto neanche il pensiero che il popolo rumeno esista, se non in modo tangenziale e distorto, in associazione ad eventi calcistici internazionali, televisivo-spettacolari (ed il pensiero corre alle immagini della rivoluzione rumena dell'89), o di cronaca nera. Lo stesso fatto che noi si stia, adesso, in quest'aula, parlando del popolo rumeno, indurrà in taluni un senso di "stranezza", del tipo "cosa c'entrano i rumeni con noi?", pensiero che non sarebbe sorto se ci fossimo invece occupati dei nostri rapporti culturali con il popolo francese o con quello spagnolo, popoli vicini al nostro, per origine ed affezione, non più di quello rumeno, che noi lo si sappia oppure no.
Sapete, voi qui presenti, voi qui assenti... sanno i nostri cittadini che da qualche anno a questa parte, nelle case delle città rumene, si guarda abitualmente la televisione italiana, proprio come da noi? Le città ormai sono cablate con la tivù via cavo che trasmette, dal satellite, programmi da tutta Europa, e le reti italiane RAI e Fininvest sono quelle preferite dal popolo rumeno. Vedono tutti i nostri canali, o quasi. E' ormai normale, fra i giovani, fra gli adolescenti, imparare l'italiano guardando i programmi televisivi italiani. E sapete quali sono le implicazioni di un tale fenomeno? La televisione, come è noto, è la nostra grande dispensatrice di mode, regole sociali, credenze e valori. Come già Popper mise in evidenza poco prima della sua morte, se una caduta di valori affligge oggi le nuove generazioni, ciò avviene perché tale caduta di valori viene inculcata proprio dalla televisione. Per ciò che attiene al nostro argomento odierno, risulta evidente, a chiunque si soffermi a pensarci, che i giovani rumeni stanno oggi assorbendo, dalla nostra televisione nelle loro case, tutte le nostre mode italiane, le credenze italiane, i valori italiani, i miti italiani contemporanei. In parole semplici, essi divengono, giorno dopo giorno, sempre più italiani, poiché ciò che concorre a formare un popolo non è altro che la condivisione della lingua, delle regole e dei valori. Non voglio qui stabilire o discutere se ciò sia un bene o un male. Voglio solo affermare questa realtà dei fatti, perché ci riguarda, anche se, a prima vista, ai più superficiali fra noi, potrebbe sembrare il contrario.
La penetrazione del pensiero italiano in Romania non è un evento da trascurare. Ma non è questo il punto focale delle mie riflessioni. Ciò che costerna e preoccupa, in questo colossale fenomeno di comunicazione fra due popoli, quello italiano e quello rumeno, è la unidirezionalità del flusso di informazioni. I rumeni sanno dell'Italia sempre di più. Gli italiani continuano a non sapere nulla della Romania. Qualche sciocco potrà rallegrarsi di tale asimmetria, nel nome di una triste vampata di sterile orgoglio nazionalista. La verità è i rumeni aggiungono, ogni giorno che passa, la nostra cultura alla loro, mentre noi non aggiungiamo mai la loro alla nostra. E l'ignoranza di qualcosa, mi risulta, e spero risulti anche ai presenti - ai presenti presenti, ai presenti assenti, agli assenti presenti e omettiamo gli assenti assenti - l'ignoranza di qualcosa, dicevo, non può mai essere un vanto o un orgoglio e di sicuro non serve a niente.
Sono consapevole del fatto che i nostri piccoli sforzi difficilmente altereranno il corso di eventi su così vasta scala. Nondimeno dobbiamo attivarci, con forza, coscienza, volontà e saggezza, in tutti i campi nei quali percepiamo di poter indurre un miglioramento, anche se tale miglioramento poco restituisce in termine di ritorni elettorali a chi lo propone e a chi lo attua. Rende di più - ahimè, e soprattutto, ahinoi- insultare l'extracomunitario di turno.
    Con questa mozione si impegna il sindaco e la giunta ad organizzare a Genova un'ampia manifestazione sulla cultura rumena contemporanea.

_________________
L’uomo è condannato ad essere libero: condannato perché non si è creato da se stesso, e pur tuttavia libero, perché, una volta gettato nel mondo, è responsabile di tutto ciò che fa.(Sartre)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: sab lug 05, 2008 8:59 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ott 11, 2007 10:35 am
Messaggi: 373
Località: Piacenza
Una giusta riflessione sul popolo rumeno. Saresti la prima persona italiana che parla del mio paese e dove potrei dire che riflette meglio di me una nazione in quanto vicino al popolo italiano come cultura tradizioni e mentalità.

I miei complimenti

_________________
Valentino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: mer lug 09, 2008 1:29 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun giu 30, 2008 9:49 pm
Messaggi: 26
Località: scalea
Class nn è che sono italiana,sono rumena ma vivo in italia da parecchi anni.Quello che ho scritto è una riflessione fatta dal sindaco di Genova(se nn sbaglio).E ho pensato che qui sarebbe il posto giusto x citarla,visto che questo forum e frequentato da tanti stranieri ed altri tanti italiani.E un modo"carino" per far riflettere tanta gente sul nostro popolo(nel modo giusto)x far capire che nn è solo quello che si vede e si sente in tv e alla radio ma è anche qualcos'altro.Ciaoooo. :D

_________________
L’uomo è condannato ad essere libero: condannato perché non si è creato da se stesso, e pur tuttavia libero, perché, una volta gettato nel mondo, è responsabile di tutto ciò che fa.(Sartre)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: mer lug 09, 2008 2:34 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ott 11, 2007 10:35 am
Messaggi: 373
Località: Piacenza
Strano, ma sono rammaricato. Avrei voluto che questa cosa la pensasse una persona italiana. Sarebbe stato troppo bello. Cmq, se lo ha detto il sindaco di Genova è una cosa buona.

P.S. Complimenti per il avatar, troppo bello.

"Siamo tutti nel fango, ma alcuni di noi guardano verso le stelle" (Welles)

_________________
Valentino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: ven lug 11, 2008 10:29 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun giu 30, 2008 9:49 pm
Messaggi: 26
Località: scalea
Grazie(xil fatto del avatar).Mi congratulo con te per le tue risposte ai commenti della signora(se si puo chiamare cosi)Mamma nel "Messaggero",purtroppo l'ignoranza e tanta.Tanti saluti.

_________________
L’uomo è condannato ad essere libero: condannato perché non si è creato da se stesso, e pur tuttavia libero, perché, una volta gettato nel mondo, è responsabile di tutto ciò che fa.(Sartre)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: sab lug 12, 2008 8:37 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ott 11, 2007 10:35 am
Messaggi: 373
Località: Piacenza
E' soltanto quello che penso. Ed avrei continuato. Purtroppo "il carissimo autore del blog" ha considerato che quello che scrivo non sarebbe più da pubblicare. Senza nessun motivo.E mi ha censurato. Alla faccia del capitalismo con la sua "libertà di opinione"

P.S. Sai che me lo hanno detto anche altre persone di questo blog su Messaggero ? Cavolo divento famoso. Un blogger.

:lol: :lol:

_________________
Valentino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: sab lug 12, 2008 12:42 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun giu 30, 2008 9:49 pm
Messaggi: 26
Località: scalea
Eh m'immagino.Secondo me ti hanno notato in tanti(apparte per la lezione di storia)xche hai espresso il tuo parere senza mancare di rispetto a nessuno e senza parolacce,la "signora"dovrebbe prendere esempio da te,visto che nn ha fatto altro che usare delle parole che una vera signora nn gli userebbe mai.Complimenti un altra volta,continua cosi :wink: .Ciao.

_________________
L’uomo è condannato ad essere libero: condannato perché non si è creato da se stesso, e pur tuttavia libero, perché, una volta gettato nel mondo, è responsabile di tutto ciò che fa.(Sartre)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: mer ago 27, 2008 8:07 pm 
Non connesso

Iscritto il: mer ago 27, 2008 7:56 pm
Messaggi: 1
Scusate ma non posso scrivere niente di buono sul vs.popolo...ancora una donna stuprata..da due rumeni...che schifo....


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: gio ago 28, 2008 5:26 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun giu 30, 2008 9:49 pm
Messaggi: 26
Località: scalea
ancora una donna stuprata da due rumeni?giusto.hanno detto al telegiornale,giusto?Ma xkè nn hanno detto nel tg del rumeno che a milano ha salvato una donna da uno stupro(nel fra tempo il compagno della donna è scappato),xkè nn hanno detto dei ladri dei appartamenti che sono stati denunciati di un gruppo di rumeni?è la lista è lunga.Certo vedete solo le cose cattive e basta,gli italiani sono santi è i rumenbi sono diavoli,finiamola una volta per tutte,che è meglio.

_________________
L’uomo è condannato ad essere libero: condannato perché non si è creato da se stesso, e pur tuttavia libero, perché, una volta gettato nel mondo, è responsabile di tutto ciò che fa.(Sartre)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: ven ago 29, 2008 8:21 am 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ott 11, 2007 10:35 am
Messaggi: 373
Località: Piacenza
Cara Monella, non te lo chiediamo nemmeno. Vivi nella sua ignoranza. Se questa è la sua idea su un popolo, in base ai oggetti negativi, mah, cosa posso dire. Forse che noi dovremmo giudicare gli italiani sul quello che è capitato di recente a Torre Annunziata. Oppure a povera Meredith a Perugia. Ma non lo facciamo. Perché a differenza di te abbiamo anche un po di coscienza.

_________________
Valentino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: ven ago 29, 2008 11:12 am 
Non connesso

Iscritto il: mar giu 03, 2008 5:03 pm
Messaggi: 542
Class7065 ha scritto:
Cara Monella, non te lo chiediamo nemmeno. Vivi nella sua ignoranza. Se questa è la sua idea su un popolo, in base ai oggetti negativi, mah, cosa posso dire. Forse che noi dovremmo giudicare gli italiani sul quello che è capitato di recente a Torre Annunziata. Oppure a povera Meredith a Perugia. Ma non lo facciamo. Perché a differenza di te abbiamo anche un po di coscienza.



Ma smettila di dire cazzate : ve la dovete levare la pretesa di restrare in itakia delinquenti, stupratori e pelandroni : dovete tornare in Romania a calci in culo.

Qui siete graditi solo se incensurati ed amanti del lavoro

E non insistere più su questo fatto !

Ogni paese si deve tenere i suoi delinquenti, pseudosocxiologo da strapazzop
vATTENE A LAVARE LE SCALE AL mAC dONALD !


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: ven ago 29, 2008 12:45 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: gio ott 11, 2007 10:35 am
Messaggi: 373
Località: Piacenza
Grazie michelle

Quando avrò bisogno daro retta ai tuoi consigli. Intanto faresti meglio a ignorarmi.

_________________
Valentino


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: ven ago 29, 2008 1:42 pm 
Non connesso

Iscritto il: mar giu 03, 2008 5:03 pm
Messaggi: 542
Class7065 ha scritto:
Grazie michelle

Quando avrò bisogno daro retta ai tuoi consigli. Intanto faresti meglio a ignorarmi.



Intqanto sei sempre tu asd interrompere le mie disussiobni raccontando un mucchio di balle

Quindi : o Lavori o parti


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: ven ago 29, 2008 3:56 pm 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: lun giu 30, 2008 9:49 pm
Messaggi: 26
Località: scalea
michele ma vedi che sei sempre tu che vai trovando "le littigate",e poi ti lamenti che altri s'intrometono nelle tue discussioni.è allora tu che fai?e poi hai il coraggio di parlare di cafoni :? ,sai come si dice dalle parte mie?guarda prima nel tuo giardino e dopo in quello del tuo vicino.ciao.

_________________
L’uomo è condannato ad essere libero: condannato perché non si è creato da se stesso, e pur tuttavia libero, perché, una volta gettato nel mondo, è responsabile di tutto ciò che fa.(Sartre)


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: LA ROMANIA E IL POPOLO RUMENO
MessaggioInviato: ven ago 29, 2008 4:41 pm 
Non connesso

Iscritto il: mar giu 03, 2008 5:03 pm
Messaggi: 542
elecktra ha scritto:
michele ma vedi che sei sempre tu che vai trovando "le littigate",e poi ti lamenti che altri s'intrometono nelle tue discussioni.è allora tu che fai?e poi hai il coraggio di parlare di cafoni :? ,sai come si dice dalle parte mie?guarda prima nel tuo giardino e dopo in quello del tuo vicino.ciao.



Dammi retta a me : fatti visitare da un buon psichiatra, fino a che sei a tempo

Nessuno riesce a capire il tuo criptico linguaggio ( più che altro una serie insulsa e scollegata d'insulti ) che non è mai legato ad una discussione logica e precisa ma alle tue lamentazioni ipocondriach


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 81 messaggi ]  Vai alla pagina 1, 2, 3, 4, 5, 6  Prossimo

Tutti gli orari sono UTC


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB © 2000, 2002, 2005, 2007 phpBB Group
Traduzione Italiana phpBB.it