CATENACCIO A CATANIA: Te la do io l’Europa! - Il portale dell'immigrazione e degli immigrati in Italia - Stranieri in Italia

S.O.S. Razzismo
Una nave italiana bloccata in un porto italiano: Catania. Con a bordo i naufraghi che ha “pescato” nel Mediterraneo salvandoli dalla morte, niente permesso di sbarcare. No, non si tratta di una “crociera” come qualcuno definì questi viaggi della morte. E non è uno scalo come quelli che prevedono gli itinerari turistici dei natanti da viaggi turistici del mare. E’ una vicenda che i protagonisti si intestardiscono ad ingarbugliare quando, con un po’ di buona volontà, la soluzione sarebbe semplice. Si assiste a diatribe politiche strumentalizzate da una parte e dall’altra, sia nel contesto italiano che in quello europeo, sulla pelle di disgraziati tenuti in ostaggio.

Malta (che nega) è accusata dall’Italia di aver furbescamente “non salvato” i naufraghi, limitando a fare una “scorta” sornione al loro gommone fatiscente (che imbarcava acqua?) verso le acque dell’Italia, così costretta, secondo le leggi vigenti, ad addossarsi il loro salvataggio e quindi lo sbarco in un suo porto.
Salvini (a torto o a ragione) si è imputato a non far sbarcare nessuno (bambini, donne e chi necessitava di urgente assistenza a parte), pretendendo che, come è successo di recente nel caso delle navi che hanno attraccato in Spagna, Grecia o Malta, l’Europa si faccia avanti per smistare preventivamente i naufragi che l’Italia ha salvato in mare. Salvini ha persino rinfacciato al presidente pentastellato della Camera, che ha invocato lo sbarco immediato incondizionato, di voler fare il “Fico” a scapito suo.

E l’Europa che fa? Convoca un’altra riunione sul tema. L’ennesima! Ma cosa avranno mai da dire che non abbiano ancora detto in tutte le loro precedenti innumerevoli riunioni di questi ultimi 5 anni, concluse con esiti (a loro dire) di accordi “positivi”? E’ come se l’Europa sembrasse dire ai migranti che sognavano l’eldorado europeo: «Te la do io l’Europa!»

Eppure una soluzione ci sarebbe. Semplicistica? Sarà. Visto che per gli ultimi migranti sbarcati recentemente in Spagna, in Grecia o Malta, era stato deciso di smistarli in altri paesi UE che si sono fatti avanti per accoglierne ognuno un certo numero, come mai per questo sbarco in Italia, non si fa lo stesso. Togliendo così ogni alibi a chiunque riguardo allo sbarco e all’accoglienza. Essendo i migranti bloccati a Catania 177, ed essendoci 27 paesi UE, la matematica ci dice che farebbe a malapena 7 profughi a testa. Fantamatematica?
Comunque, a tutti gli attori, italiani e europei, un monito: senza soluzione… nessuna assoluzione!

Milton Kwami